watt miglio competizioni QRP & sota
    MountainQRPclub - IQ3QC  

Informazioni
Area riservata
REFERENZE & CLASSIFICHE >> attivazioni HF 2015 >> ZONA 3 >> IZ3GOS
Attivazione M.te Seluggio 28 February 2015
Attivatore: IZ3GOS Operator Enrico
Partenza: ore 06:00 UTC da Contrà Draghi ,Arrivo a cima M.te Seluggio: ore 07:15 UTC, Condizioni climatiche: sereno. T= +8°C
Condizioni di lavoro: 
RTX FT 817,
batteria LiPo, 
antenna verticale caricata al centro home made, Microfono Yaesu con speech processor home made.
 
Lasciato il paese di Arsiero si prende per Posina-Laghi. Arrivati a Contrà Cornolò prendere a dx per la Val Riofreddo e salire in direzione Contrà Brugni, arrivati poco sopra Contrà Draghi parcheggiare l’auto.  Prendere il segnavia che risale inizialmente la valletta tenendosi sulla dx orografica. Il sentiero sale su tornantini a volte ripidi fino a giungere sulla selletta dei Casoni Viosa ed incrociare il sentiero 533 proveniente da Castagna. 
Proseguendo a dx vicino al crinale si giunge sull’altopiano prativo dei Masi di Seluggio e in breve si arriva alla cima del M.te Seluggio. Stazione operativa alle ore 7:15 UTC, chiusura QSO ore 08:30 UTC per avaria apparecchiature; dopo breve verifica senza risultati si rimette tutto nello zaino e si prende la via del ritorno. Murphy non si smentisce mai.
Panorama stupendo che spazia dal M.te Campolongo, Altopiano di Asiago, M.te Cimone, M.te Cavoio e M.te Pria Forà.
 
 
73 de IZ3GOS
Enrico



Attivazione M.te Maio 27 February 2015

Attivatore: IZ3GOS Operator Enrico
Partenza: ore 05:30 UTC da Contrà Mogentale, Arrivo a cima M.te Maio: ore 08:00 UTC, Condizioni climatiche: nuvoloso. T= +3°C
Condizioni di lavoro:
RTX FT 817,
batteria LiPo,
antenna verticale caricata al centro home made,
Microfono Yaesu con speech processor home made.

Lasciato il paese di Arsiero si prende per Posina-Laghi. Arrivati al paese di Laghi si prosegue per contrà Ossati-Magentale. Parcheggiata la macchina seguire le indicazioni per M.te Maio. Con la bella stagione la salita, anche se su sentiero ripido, è agibile a quasi tutti gli escursionisti; con la neve diventa insidiosa, faticosa e i tempi si allungano notevolmente. Dopo i 1000 m il manto nevoso variva da 70 a 100 cm. Il sentiero è ben segnato e si sviluppa quasi completamente su bosco di faggio.
Raggiunta la cima si trovano diverse indicazioni in quanto il M.te Maio è punto di confluenza di vari sentieri. Panorama limitato visto le condizioni atmosferiche.


73 de IZ3GOS
Enrico








Attivazione M.te Novegno 26 January 2015


Attivatore: IZ3GOS Operator Enrico Partenza: ore 08:00 UTC da Contrà Rossi
Arrivo a cima M.te Novegno: ore 09:45 UTC Condizioni climatiche: sereno, sole splendente. T= - 3,5°C
Condizioni di lavoro:
RTX FT 817, batteria LiPo, nuova antenna verticale λ/2 home made, Microfono Yaesu con speech processor home made.

 

Lasciato il paese di Schio (VI) proseguire verso C.trà S. Caterina e poi per contrà Rossi dove è consigliato parcheggiare l’auto. Tra le case si può intravedere la segnaletica che indica il sentiero n° 422 Busa del Novegno. Il sentiero si inerpica dapprima nel bosco e successivamente su area prativa intersecando di tanto in tanto la carrozzabile. In breve si prende quota e si possono ammirare il Gruppo del Carega, la catena del Sengio Alto e il Pasubio. Ore 09:45 UTC la cima è conquistata ed inizia la ricerca di un ancoraggio per l’antenna verticale reso un po’ difficoltoso dalla neve. Ore 10:00 la stazione è operativa e dopo qualche CQ senza risposta faccio una spazzolata alla ricerca di qualche Dxer. Purtroppo la giornata feriale non presenta un gran traffico e approffitto di chiamate altrui. Completo n° 4 collegamenti e smonto la stazione per la seconda attivazione della giornata resa possibile dalla posizione logististica delle due cime e dalle condizioni meteo.

Nota storica: l’area del monte Novegno è stata oggetto di aspri combattimenti durante la 1° Guerra Mondiale. La passeggiata prosegue con l’attivazione del M.te Rione dove sorge il Forte Rivon a cui si rimanda per i dettagli.

73 de IZ3GOS
Enrico 







Attivazione M.te Rione, Forte Rivon 26 January 2015

 



Attivatore: IZ3GOS Operator Enrico Partenza: ore 10:45 UTC da cima Novegno
Arrivo a cima M.te Rione: ore 12:15 UTC Condizioni climatiche: sereno, sole splendente. T= 0°C
Condizioni di lavoro:
RTX FT 817, batteria LiPo, nuova antenna verticale λ/2 home made, Microfono Yaesu con speech processor home made.

Lasciata la cima del M.te Novegno si scende in direzione M.ga Novegno lasiandoci M.te Cimetta sulla dx. Arrivati sul falsopiano si seguendo le indicazioni. In breve si riprende a salire per sentiero ben tracciato e visibile anche in caso di neve. Il percorso non è impegnativo e, condizioni meteo permettendo, lo sguardo può spaziare a 360° ammirando le cime che fanno parte del gruppo del Novegno: M.te Cimetta, Cima Alta e salendo in quota M.te Priaforà.Raggiunta la cima del M.te Rione sulla quale sovrasta il Forte Rivon lo sguardo può spaziare a 360° ammirando l’altopiano di Asiago, delle Vezzene, il Lagorai Sud, M.te Pasubio e Gruppo del Carega.Anche per questa cima l’attivazione è stata fatta sfruttando chiamate di colleghi OM, solo nell’ultima parte hanno risposto alla chiamata un Polacco e un Inglese.
73 de IZ3GOS
Enrico








Attivazione M.te Toraro 18 January 2015

Attivatore: IZ3GOS Operator Enrico; Partenza: ore 07:35 UTC dal Valico Valbona; Arrivo a cima M.te Toraro: ore 09:00 UTC
Condizioni climatiche: nuvoloso , a tratti schiarite, nella parte finale nebbia e nevischio. T= - 1°C
Condizioni di lavoro:
RTX FT 817,
batteria LiPo,
nuova antenna verticale λ/2 home made,
Microfono Yaesu con speech processor home made.

Da Tonezza (VI) proseguire verso Folgaria per circa 7-8 km. Dopo il Passo della Vena prendere a sinistra verso Passo Coe. Proseguire per altri 4 km passando nei pressi del Rifugio Rumor fino al Valico di Valbona dove è possibile parcheggiare l'auto. Se si proviene da Folgaria (TN), prendere per Fondo Grande, oltrepassare passo Coe fino al Valico di Valbona. Partenza dal valico di Valbona per strada chiusa al traffico. In condizioni normali il percorso non presenta nessuna difficoltà tecnica salvo avverse condizioni climatiche come quelle trovate dal sottoscritto il giorno dell’attivazione. L’intera area era stata oggetto di una copiosa nevicata che ha interessato l’area del M.te toraro e cime limitrofe nella giornata di sabato 17 Gennaio. La perturbazione ha scaricato nella zona dai 40 ai 50 cm di neve fresca rendendo la salita estremamente faticosa.
Dopo alcune difficoltà nell’ancoraggio dell’antenna per troppa neve alle ore 09:00 UTC la stazione è attiva. La concomitanza con un contest mi ha permesso di effettuare velocemente un certo numero di QSO e di lasciare la cima visto l’incombete arrivo della nebbia.
La cima del monte Toraro è stata una postazione di una batteria di cannoni italiana nella 1° Guerra Mondiale di supporto al vicino forte Campomolon e successivamente come postazione per difesa missilistica antiaerea durante la guerra fredda. Dalla cima si poteva comandare la partenza dei missili dalla sottostante base Tuono.

73 de IZ3GOS
Enrico